Per informazioni rivolgersi al 380.5200596 - 06.50268418 Umberto o Francesca

CLICCA X INGRANDIRE
CLICCA X INGRANDIRE

Sostegno Alunno

Il calendario 2018

Acquista il libro

Digital Photo Point

Via Colli Albani 31/33

clicca sopra l'immagine

Il casale del Gusto

Via Pontina, 432 - Roma

Silvana con le sue preziose marmellate .......

il Casale del Gusto Via Pontina 432 Roma

clicca per visitare...
clicca per visitare...

Bambini di Suor Michela

«Se vogliamo festeggiare il vero Natale, se vogliamo incontrare il Bambino che nasce, è lì, in quella mangiatoia che dobbiamo guardare, bisogna andare lì, dove Egli sta». E non basta, perché quel Bambino che nasce ci interpella, mette in discussione il nostro modo di essere e di vivere. Così rifletteva Papa Francesco nella Messa di Natale dello scorso anno.

Ma non è solo Gesù il bambino davanti al quale dobbiamo metterci in discussione. In un mondo in cui l’infanzia continua a essere violata in tanti modi diversi, il Papa porta all’attenzione di tutti noi, i tanti bambini cui dobbiamo guardare: «Lasciamoci interpellare dal Bambino nella mangiatoia, ma lasciamoci interpellare anche dai bambini che, oggi, giacciono nelle squallide “mangiatoie di dignità”: nei rifugi sotterranei per scampare ai bombardamenti, sul marciapiede di una grande città, sul fondo di un barcone sovraccarico di migranti. Lasciamoci interpellare dai bambini che non vengono lasciati nascere, da quelli che piangono perché nessuno sazia la loro fame, da quelli che non tengono in mano giocattoli ma armi».

Papa Francesco ci esorta, quindi, a uscire dall’indifferenza in cui spesso cadiamo, travolti da una vita quotidiana troppo affannata che non ci permette di accorgerci nemmeno di chi ci è vicino, come è successo a Gesù che: «…nasce rifiutato da alcuni e nell’indifferenza dei più. Anche oggi ci può essere la stessa indifferenza, quando Natale diventa una festa dove i protagonisti siamo noi, anziché Lui; quando le luci del commercio gettano nell’ombra la luce di Dio: quando ci affanniamo per i regali e restiamo insensibili a chi è emarginato. Questa mondanità ci ha preso in ostaggio il Natale; bisogna liberarlo!».

Incontrare Gesù significa riconoscerlo nei “piccoli” del mondo, in tutti quelli che sono considerati scarto. È questo l’unico modo di rendere vivo e attuale il Natale.

Riportiamo alcune delle tante iniziative che sosteniamo regolarmente in Ciad ed esattamente a Goundi, soprattutto attraverso il Sostegno Alunno nella Scuola Agricola di Maimba e il Progetto alimentare per il Centro Nutrizionale di Goundi.

Possiamo assicurare che ogni euro donato è utilizzato al meglio… eppure non sempre è facile mantenere gli impegni assunti con migliaia di bambini e con le loro famiglie. Ci affidiamo alla generosità, all’inventiva e all’impegno di tutti per cercare dicoinvolgere altri, certi che Dio, attraverso noi, continuerà a fare cose grandi che cambiano il mondo.

A tutti l’augurio sincero di Buon Natale e di un sereno Anno 2018!

"Ogni battezzato è chiamato a rendere testimonianza al Signore Gesù annunciando la fede ricevuta in dono. Chi segue Cristo non può che diventare missionario, e sa che Gesù «cammina con lui, parla con lui, respira con lui. Sente Gesù vivo insieme con lui nel mezzo dell’impegno missionario»"

il piccolo Issa e  tutti i nostri bimbi sempre con noi

Esercitiamoci quotidianamente nella carità. Dio è carità. Chi sta nella carità sta in Dio e Dio sta in lui. Non dimentichiamoci di fare ogni giorno, anzi in ogni momento, offerta delle nostre azioni a Dio compiendo tutto per amore.  (G.Moscati)

da Goundi e Maimba

"Se un uomo sogna da solo, il sogno resta un sogno,

ma quando tanti uomini sognano la stessa cosa

il sogno diventa realtà"

(Dom Helder Camara)

Questo è il risultato delle vostre tante e tante gocce di solidarietà..............

Ogni giorno una piccola goccia si aggiunge

per donare ristoro.......

"ADOZIONE - PROGETTO ALIMENTARE"  Questa iniziativa partita nel 2010 continua a consentire di assicurare il cibo quotidiano, l'alloggio e cure a bambini che provengono dai villaggi limitrofi. Questo non rappresenta solo un aiuto economico, ma l'impegno a una amicizia con l'Altro anche ignoto, all'apertura del cuore, al cambiamento di vita...................

"Quel poco che abbiamo, quel poco che siamo, se condiviso, diventa ricchezza"

Sostieni i progetti...........

clicca per continuare
clicca per continuare

“Dove potremo noi trovare in un deserto tanti pani da sfamare una folla così grande?”

 

Da dove nasce la moltiplicazione dei pani ?

La risposta sta nell’invito di Gesù ai discepoli «Voi stessi date…»,  

“dare”, condividere.

Che cosa condividono i discepoli ?..........continua 

Usciamo, usciamo ad offrire a tutti la vita di Gesù Cristo. … Se qualcosa deve santamente inquietarci e preoccupare la nostra coscienza è che tanti nostri fratelli vivono senza la forza, la luce e la consolazione dell’amicizia con Gesù Cristo, senza una comunità di fede che li accolga, senza un orizzonte di senso e di vita. … Fuori c’è una moltitudine affamata e Gesù ci ripete senza sosta: «Voi stessi date loro da mangiare» (Mc 6,37). Papa Francesco

clicca x iscriverti al progetto
clicca x iscriverti al progetto
clicca x iscriverti al progetto
clicca x iscriverti al progetto

Ogni bambino è anche nostro

Il Progetto alimentare 2014 e la Fondazione Thouret

clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire

Clicca sopra le immagini per ingrandire

Contatti per progetti personali

Sr. Maria Grazia Delaidini
e-mail mariagraziadelaidini@yahoo.it
Skipe: suorgraziella1
cell. 00235 66170275

Scuola Agricola di Maimba

Suor Agostina Pozzi

e-mail suoragostpozzi@yahoo.fr

A NOSTRA SIGNORA D'AFRICA

O Madre di Misericordia,

noi ti salutiamo,

Madre del Redentore;

O Regina della Pace,

esaudisci le più nobili aspirazioni

dei giovani africani;

esaudisci i cuori assetati

di giustizia, di pace;

esaudisci le speranze dei bambini

vittime della fame e della guerra!

O Regina della giustizia,

ottieni di essere amici

dei poveri e dei piccoli;

ottieni per i popoli della terra lo spirito di fraternità! 

O Nostra Signora d'Africa

 

 


Informazioni legali | Privacy | Sitemap
aiutiamo i Bambini di Suor Michela